Ambiente

Gli uomini, dagli anni 60 hanno dato inizio ad un indiscriminato disboscamento specie nel Rio delle Amazzoni, tratti di foreste grandi come l'Europa intera, vennero cancellate migliaia di ettari di bosco, per questo molti animali sono morti o scomparsi, tutto questo, per far spazio ai grandi allevamenti di bovini che andavano ad alimentare le grandi catene alimentarti dei fast food, molto di moda  in America, ed ora  anche in Europa e nel resto del pianeta. Questo disboscamento, crudele e assurdo, ha creato danni incalcolabili nel nostro pianeta, oltre che alla morte di moltissime, speci di piante cancellate per sempre dal nostro pianeta, che servivano da nutrimento ai grandi e piccoli mammiferi, oltre che portare via per  sempre la loro casa, sono morti di fame e di stenti, altri furono uccisi per poter portare via i piccoli e rivenderli ai mercati locali ed internazionali, alcuni venivano o vengono inviati ai laboratori per la pratica della vivisezione.

Dal 19 marzo 2013, i principali media italiani, hanno diffuso la notizia, dell'arresto di narcotrafficanti sudamericani,che trasportavano cocaina dalla Columbiane Messico fino alla nostra penisola e la smerciavano in molti comuni italiani attraverso un network di gang.Fin qui nulla di strano,purtroppo il narcotraffico è una brutta realtà. La novità sta nel nuovo metodo di trasporto, ideato dai trafficanti: gli ovuli della droga erano infatti nascosti nelle viscere di cani di grossa taglia come i San Bernardo, Danesi, Dog de Bordeaux, Mastino Napoletano, I cani venivano operati chirurgicamente, per inserire gli ovuli e, dopo essere arrivati in Italia, uccisi e squartati per recuperare la cocaina.

Esseri viventi come contenitori, una delle ultime frontiere dello sfruttamento, spinto al limite dell'essere umano su tutto ciò che lo circonda, poco importa che si tratti di minerali, vegetali, o esseri senzienti. Davanti a tanta indifferenza verso la vita altrui si resta atterriti e la prima sensazione è quella di trovarsi su un terreno che corre sempre più veloce, verso un baratro di malvagità e distruzione senza ritorno.E' molto difficile reagire al senso di impotenza che attanaglia quando ci si guarda intorno e si nota che molte battaglie a tutela dei diritti animali iniziati molti anni fa, sono tutt'ora in atto perchè lontane a un esito positivo.

Al tempo stesso però è difficile non sorridere guardando quanto si sono infoltite le schiere di chi non abbassa la testa di fronte al dolore che viene inflitto ogni giorno nei laboratori di vivisezione, nelle zone di caccia, sotto i tendoni dei circhi con animali, dietro le sbarre degli zoo, negli allevamenti, nei macelli, ma anche purtroppo, tra le mura domestiche.Le iniziative per contrastare lo sfruttamento animale, in ogni sua forma, si moltiplicano, così come i volti di chi ha deciso di fare la differenza e di non stare passivamente a guardare, c'è una maggior presa di coscienza, da parte della razza umana in questi ultimi anni, nel preservare il "benessere animale", è un concetto che inizia ad essere considerato e,in alcuni casi compare anche nei punti dei programmi dei partiti politici.La sensibilità a riguardo sta cambiando, e questo avviene anche grazie all'instancabile lavoro di associazioni di volontari.

Instancabile è un aggettivo che, giustamente, contraddistingue chi lotta per i diritti dei più deboli, di tutti gli esseri viventi che sono rappresentati in una società che spesso non è a misura d'uomo, figuriamoci di animale.Non possiamo stancarci perchè ci troviamo quotidianamente a un bivio e dobbiamo continuare ad avere il coraggio di scegliere la strada dell'azione.

Si può solo aggiungere solo una raccomandazione preziosa, se si decide di adottare un animale di qualunque tipo, lo si deve adottare presso un canile se cane, un gattile se gatto, per non andare ad incrementare il trafficio clandestino di cuccioli poi  pensansare se in coscienza potremmo prenderci cura per tutta la sua breve vita perchè hai me, i nostri amici vivino meno di noi umani e se l'ambiente che gli possiamo offrire possa essere adatto alla loro natura, avere uno spazio in cui muoversi creare se abbiamo un appartamento delle lettiere dove possano espletare i loro bisogni quotidiani, se abbiamo un giardino è molto meglio.

Teneteli riparati dal freddo specie se sono anziani.Ricordiamoci che sono senzienti, provano dei sentimenti anche più forti dei nostri, per noi darebbero la loro stessa vita, un animale è per sempre, come un bambino e quando arriverà l'ora per loro di passare nell'arcobaleno dategli una degna sepoltura per quanto sono li avete amati e se potete adottatene un'altro darete un pò di amore e felicità ad un altro essere che è li in qualche luogo di detenzione ad aspettarvi e l'amore continuerà anche per quello che ci ha lasciati, avremmo un'altro essere che ci amerà ci consolerà quando saremo tristi vivrà con noi e in noi perchè loro hanno la capacità di comprenderci anche nei nostri pensieri loro non parlano ma si fanno capire in mille modi noi se ci avviciniamo a loro possiamo leggere il loro linguaggio, che spesso ci appartiene, questa è la strada dell'amore universale che non ha volto ne razza è questo che in questa vita dobbiamo comprendere amando tutto ciò che abbiamo e assieme a loro condividiamo attimi preziosi di vita irripetibili.

 

In Amazzonia, la febbre del legno è molto alta, il disboscamento sembra inarestabile. Ma per fortuna,  in quei luoghi ha la possibilità di rigenerarsi, da sola abbastanza velocemente  ma non ai ritmi della distruzione dell'uomo che con motoseghe e camion vengono portati via ogni giorno centinaia di alberi e cosi  ettari di terreno  al giorno, vengono sconvolti dal disboscamento,  la corsa al legname non è finita, una politica di riciclaggio dei rifiuti sarebbe importantissimo che fosse inserita in quei luoghi e della carta, se nelle scuole non viene insegnata l'importanza di differenziare i rifiuti per poi riciclarli non riusciremo mai a fermare questo orrendo crimine.

La corsa al legname ancora non si è fermata e ancora continuano a morire creature innocenti che fanno parte della nostra catena biologica, i primi sono gli scimpanzè ed i macachi più simili a noi poi è seguita l'estinzione di parecchie specie di uccelli ed invertebrati.

Fin tanto che l'uomo non avrà una forte e profonda presa di coscienza nel rispetto per l'ambiente e di conseguenza verso sè stesso e non capirà che distruggendo natura e animali distruggerà sè stesso non ci sarà speranza di cambiamento.Fin tanto che le politiche di quel paese non avranno una presa di coscienza e capiranno che quei luoghi sono la parte pulsante del pianeta, speriamo presto che arrivi anche li la una politica di conservazione per il bene dell'umanità globale.

 

Le nostre attività

Si  organizzano durante la stagione fredda,  corsi di educazione ambientale, per ragazzi, genitori ed insegnanti, presieduti da esperte guardie zoofile, finalizzate, a visite guidate in primavera quando le  Oasi del WWF e Lipu saranno aperte,poi muniti di macchine fotografiche di telecamere e di  cannocchiali,andremmo ad  osservare dal vivo e da vicino tutto quello che è stato spiegato durante i corsi nei mesi invernali, molti uccelli di passo, vanno a svernare nei paesi caldi per poi tornare nelle oasi per deporre le uova e nidificare.

E' molto importante assecondare i bambini e i ragazzi nella loro predisposizione nell'amore per gli animali e la natura, saranno gli adulti del domani, per questo devono essere responsabilizzati nei vari problemi dell'ambiente e degli animali.

Se non ci fossero gli animali la fauna selvaggia in questo caso, non esisterebbe la razza umana.

Ogni bambino, ogni ragazzo ragazza, dovrebbe prendersi cura di un pelosetto, cane o gatto, criceto furetto, l'esperienza accanto ad un animale è meravigliosa ne traggono molte esperienze e soddisfazioni, il cucciolo d'uomo accanto ad un cicciolo a quattro zampe è più vivace magari più laboriosa per le mamme ma dove si vive in tre si può vivere anche in quattro.

A Pasqua, impareranno che mangiare la cioccolata è più piacevole che mangiare un cucciolo di pecora, perchè l'agnello non è altro che il piccolino di mamma pecora.

A Natale anzichè il capone che non è altro che un povero gallo senza attributi e messo in pentola contro la sua volontà ci sono una infinità di dolci da assaporare e tanti doni da preparare per festeggiare un evento importantissimo avvenuto 2000 anni fa la nascita di un bambino molto povero che ha salvato l'umanità o per lo meno ha cercato di salvare la razza umana dallo stesso loro sterminio e poi la storia si fa lunga, letta da qualche nonno accanto al camino.

 

Sarà insegnata la cultura della differenziata ed ai risultati ottenuti, da tale abitudine e i risultati delle energie eoliche e solari considerate energie pulite con esempi e filmati, condotti da esperti del settore. 

QUELLO CHE CERCO, QUELLO CHE TALVOLTA TROVO, MIO MALGRADO, NEL MOMENTO IN CUI NON ME LO ASPETTAVO PIù ; CIò CHE MI VIENE SEMPLICEMENTE DONATO DALLA VITA DALLA LUCE , è IL MOMENTO DI VERO SILENZIO CHE MI COLMA COME UN SOGNO E MI ESTENDE BEN OLTRE ME STESSO

(J.M.G. Le Cle'zio, L'Inconnu sur terre)

 

 

 

 

Pazienza, pazienza

nell'azzurro

Ogni briciola di silenzio

E' l' occasinone  propria del frutto maturo

        (Paul Vale'ry)

sound byJbgmusic